Commento del giorno

    II DOMENICA DI PASQUA o della Divina Misericordia

    PRIMA LETTURA (At 4,32-35)
    Un cuore solo e un’anima sola.
    Dagli Atti degli Apostoli

    La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuore solo e un’anima sola e nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune.
    Con grande forza gli apostoli davano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti godevano di grande favore.
    Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano il ricavato di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi veniva distribuito a ciascuno secondo il suo bisogno.

    Parola di Dio

    SALMO RESPONSORIALE (Sal 117)
    Rit: Rendete grazie al Signore perché è buono: il suo amore è per sempre.
    Dica Israele:
    «Il suo amore è per sempre».
    Dica la casa di Aronne:
    «Il suo amore è per sempre».
    Dicano quelli che temono il Signore:
    «Il suo amore è per sempre».

    La destra del Signore si è innalzata,
    la destra del Signore ha fatto prodezze.
    Non morirò, ma resterò in vita
    e annuncerò le opere del Signore.
    Il Signore mi ha castigato duramente,
    ma non mi ha consegnato alla morte.

    La pietra scartata dai costruttori
    è divenuta la pietra d’angolo.
    Questo è stato fatto dal Signore:
    una meraviglia ai nostri occhi.
    Questo è il giorno che ha fatto il Signore:
    rallegriamoci in esso ed esultiamo!

    SECONDA LETTURA (1Gv 5,1-6)
    Chiunque è stato generato da Dio vince il mondo.
    Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo

    Carissimi, chiunque crede che Gesù è il Cristo, è stato generato da Dio; e chi ama colui che ha generato, ama anche chi da lui è stato generato.
    In questo conosciamo di amare i figli di Dio: quando amiamo Dio e osserviamo i suoi comandamenti. In questo infatti consiste l’amore di Dio, nell’osservare i suoi comandamenti; e i suoi comandamenti non sono gravosi.
    Chiunque è stato generato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede.
    E chi è che vince il mondo se non chi crede che Gesù è il Figlio di Dio? Egli è colui che è venuto con acqua e sangue, Gesù Cristo; non con l’acqua soltanto, ma con l’acqua e con il sangue. Ed è lo Spirito che dà testimonianza, perché lo Spirito è la verità.

    Parola di Dio

    VANGELO (Gv 20,19-31)
    Otto giorni dopo venne Gesù.
    + Dal Vangelo secondo Giovanni

    La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
    Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».
    Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Dìdimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dicevano gli altri discepoli: «Abbiamo visto il Signore!». Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il mio dito nel segno dei chiodi e non metto la mia mano nel suo fianco, io non credo».
    Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, stette in mezzo e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!». Gli rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!».
    Gesù, in presenza dei suoi discepoli, fece molti altri segni che non sono stati scritti in questo libro. Ma questi sono stati scritti perché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e perché, credendo, abbiate la vita nel suo nome.

    Parola del Signore

    PAROLE DEL SANTO PADRE
    Al contatto salvifico con le piaghe del Risorto, Tommaso manifesta le proprie ferite, le proprie piaghe, le proprie lacerazioni, la propria umiliazione; nel segno dei chiodi trova la prova decisiva che era amato, che era atteso, che era capito. Si trova di fronte un Messia pieno di dolcezza, di misericordia, di tenerezza. Era quello il Signore che cercava, lui, nelle profondità segrete del proprio essere, perché aveva sempre saputo che era così. E quanti di noi cerchiamo nel profondo del cuore di incontrare Gesù, così come è: dolce, misericordioso, tenero! Perché noi sappiamo, nel profondo, che Lui è così. Ritrovato il contatto personale con l’amabilità e la misericordiosa pazienza del Cristo, Tommaso comprende il significato profondo della sua Risurrezione e, intimamente trasformato, dichiara la sua fede piena e totale in Lui esclamando: «Mio Signore e mio Dio!» (v. 28). Bella, bella espressione, questa di Tommaso! (Regina Coeli, 12 aprile 2015)

Avvisi della settimana

    Celebrazioni settimana santa 2024

    SABATO 23 MARZO
     Ore 18 MUSSOTTO Benedizione degli ulivi e S. Messa
    DOMENICA DELLE PALME 24 MARZO
     Ore 10      PIANA BIGLINI - Benedizione degli ulivi, processione e S. Messa
     Ore 11      MUSSOTTO
     Ore 11.15 SCAPARONI
     Ore 18 MUSSOTTO S. Messa
    LUNEDI’ 25 MARZO
     Ore 21 MUSSOTTO - Celebrazione penitenziale e confessioni
    MARTEDI’ 26 MARZO
     Ore 21 PIANA BIGLINI - Celebrazione penitenziale e confessioni
    MERCOLEDI' 27 MARZO
     Ore 21 SCAPARONI - Celebrazione penitenziale e confessioni
    GIOVEDÌ SANTO 28 MARZO
     Ore 21 MUSSOTTO
     Ore 21 SCAPARONI
     S. Messa della cena del Signore
     A MUSSOTTO Nella notte l’adorazione
     davanti all’altare della Reposizione
    VENERDÌ SANTO 29 MARZO
     Ore 15 MUSSOTTO - Momento di preghiera per bambini e ragazzi
     Ore 21 MUSSOTTO
     Ore 21 PIANA BIGLINI - Celebrazione della passione del Signore
    SABATO SANTO 30 MARZO
     Ore 21 MUSSOTTO - Veglia Pasquale
    DOMENICA DI PASQUA 31 MARZO
     Ore 10       PIANA BIGLINI
     Ore 11       MUSSOTTO
     Ore 11.15  SCAPARONI
     Ore 18       MUSSOTTO S. MESSA
    LUNEDI’ DELL’ANGELO 1 APRILE
     Ore 10 MUSSOTTO - S. Messa